Il Progetto

L'Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia ha assunto l’impegno, nel biennio 2009-2011, di raccogliere ed esaminare, relativamente alla valutazione degli apprendimenti, i documenti in uso negli istituti scolastici e di coordinare, successivamente, la messa a punto di linee di intervento coerenti ed omogenee nelle scuole del primo ciclo dell'istruzione, questo, peraltro, tenendo conto delle pratiche già in atto nelle scuole.

Un primo obiettivo del programma è stato raggiunto con la stesura, la presentazione e la diffusione delle Linee guida regionali in materia di valutazione degli apprendimenti.

Per concludere tuttavia in maniera coerente ed organica il lavoro finora svolto, anche alla luce di alcune importanti questioni emerse con evidenza durante i seminari regionali, è intenzione di questo Ufficio Scolastico Regionale intraprendere e sostenere azioni che intreccino aspetti teorici ed esperienze pratiche in tema di valutazione degli apprendimenti.

Da un lato, infatti, non si può prescindere dalla ricaduta delle Linee guida all’interno delle istituzioni scolastiche, anche per monitorare e verificare se la teoria si traduce operativamente in ricerca e in prassi didattiche concrete nelle attività d’insegnamento.

Dall’altro lato, non si possono trascurare aspetti nodali e strategici connessi con la valutazione quali:

  • la certificazione delle competenze,
  • le rilevazioni degli esiti degli apprendimenti di sistema a cura dell’Invalsi,
  • la costruzione di continuità orizzontali e verticali infra / intra scuole ed ordini scolastici
  • e, ultimo ma non meno importante, il più ampio orizzonte di confronto internazionale.

Da quanto esposto risulta evidente la necessità di consolidare e supportare i percorsi di formazione e di ricerca - azione orientati a far emergere le migliori pratiche educative - curricoli modulari, di unità di apprendimento, prove, percorsi interdisciplinari - per lo sviluppo delle competenze. La raccolta in una banca virtuale, attraverso un sito dedicato di repertori di materiali adattabili e trasferibili in altri contesti culturali è apparso lo strumento più efficace per creare uno spazio di condivisione e di confronto.